testatine_faq

Si riportano di seguito alcune tra le domande che più frequentemente ci vengono formulate (F.A.Q. – Frequently Asked Questions) riguardo la mediazione civile. Si precisa che le risposte sono riferite all’attività del nostro Organismo e al Regolamento che ne disciplina il funzionamento. Consulta anche la nostra Guida alla Mediazione Civile.

Se hai una delle seguenti domande, cliccaci sopra per leggerne la risposta, altrimenti mandaci una mail su info@primaveraforense.it. Ti risponderemo il più presto possibile senza nessun impegno.

  1. Quali sono le controversie per cui è obbligatorio effettuare un tentativo di conciliazione prima di andare in causa?
  2. Come viene determinato il valore della lite?
  3. Chi pensa a convocare la parte da chiamare in mediazione?
  4. Se la parte chiamata in mediazione non si presenta devo corrispondere altre spese?
  5. Cosa devo fare per mettere in esecuzione un verbale di mediazione?
  6. Ho ricevuto una chiamata in mediazione. Sono obbligato a partecipare?
  7. Ho ricevuto una convocazione in mediazione e voglio partecipare. Cosa devo fare?
  8. Cosa succede se non mi presento al primo incontro fissato per la procedura di mediazione?
  9. Siamo stati chiamati in mediazione io e mia moglie (o io e mio fratello), dobbiamo pagare ciascuno una quota?
  10. Quali sono i costi di una procedura di mediazione?
  11. Quando devono essere pagate le spese della mediazione?
  12. In caso di domanda congiunta quali sono le spese da affrontare?
  13. Quanto dura un procedimento di mediazione?

Leggi i nostri Suggerimenti per una proficua partecipazione in mediazione civile

Quali sono le controversie per cui è obbligatorio effettuare un tentativo di conciliazione prima di andare in causa?

Chi intende esercitare in giudizio un’azione relativa ad una controversia in materia di diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, condominio, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e sanitaria e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari, e’ tenuto preliminarmente a esperire il procedimento di mediazione.

Come viene determinato il valore della lite?

Il valore della lite e’ indicato nella domanda di mediazione a norma del codice di procedura civile.

Qualora il valore risulti indeterminato, indeterminabile, o vi sia una notevole divergenza tra le parti sulla stima, questo organismo applica la tariffa prevista per lo scaglione intermedio da € 50.001 fino a € 250.000.

In ogni caso, se all’esito del procedimento di mediazione il valore risulta diverso, l’importo dell’indennità è dovuto secondo il corrispondente scaglione di riferimento.

Chi pensa a convocare la parte da chiamare in mediazione?

Ricevuta l’stanza l’Organismo di mediazione si attiva per nominare il mediatore, fissare il primo incontro e darne formale notizia alla parte istante nonché a quella chiamata.

Se la parte chiamata in mediazione non si presenta devo corrispondere altre spese?

No, in caso di mancata partecipazione della parte chiamata, non sono dovute altre spese oltre le spese d’avvio versate al momento della presentazione dell’istanza.

Cosa devo fare per mettere in esecuzione un verbale di mediazione?

Il verbale, costituisce titolo esecutivo per l’espropriazione forzata, per l’esecuzione in forma specifica e per l’iscrizione di ipoteca giudiziale.

Ho ricevuto una chiamata in mediazione. Sono obbligato a partecipare?

Non c’è un obbligo giuridico a partecipare quando si è convocati ad una procedura di mediazione, ma si consiglia vivamente di aderire e partecipare alla mediazione per tentare di giungere ad una composizione bonaria della controversia.
Ciò eviterà le lungaggini processuali e gli inutili costi legati ad una causa.

Si ricorda, peraltro, che, all’articolo 8, comma 5, del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: “Il giudice condanna la parte costituita che, nei casi previsti dall’articolo 5 (mediazione obbligatoria), non ha partecipato al procedimento senza giustificato motivo, al versamento all’entrata del bilancio dello Stato di una somma di importo corrispondente al contributo unificato dovuto per il giudizio”.

Ho ricevuto una convocazione in mediazione e voglio partecipare. Cosa devo fare?

E’ sufficiente compilare la dichiarazione di partecipazione, inviata unitamente alla lettera di convocazione, e spedirla a mezzo fax o mail ai recapiti di Primavera Forense insieme all’attestazione del pagamento delle spese della mediazione. Fino al giorno del primo incontro non è necessario produrre una memoria come in un normale giudizio, ma è consigliato inviare una breve nota descrittiva dell’oggetto della controversia.

Cosa succede se non mi presento al primo incontro fissato per la procedura di mediazione?

In questo caso il Mediatore redigerà un verbale negativo per mancata partecipazione della parte chiamata.

Tale verbale potrà poi essere prodotto in un eventuale successivo giudizio e il Giudice valuterà la fondatezza delle motivazioni della mancata partecipazione alla mediazione.

Siamo stati chiamati in mediazione io e mia moglie (o io e mio fratello), dobbiamo pagare ciascuno una quota?

Qualora più parti in mediazione costituiscano un unico centro di interesse, saranno tenute al pagamento di una sola quota.

Ad esempio, in una controversia che vede moglie e marito chiamati in mediazione perché non hanno pagato il canone di locazione, gli stessi dovranno pagare una sola quota come indicato nel nostro tariffario.

Quali sono i costi di una procedura di mediazione?

Per ogni mediazione ciascuna delle parti che vi partecipa deve corrispondere le indennità di mediazione, comprensive delle spese di avvio della procedura pari a 40 € più IVA, oltre le spese di mediazione indicate nel nostro tariffario che variano a seconda del valore della lite.

Nel caso in cui la mediazione si concluda con un accordo, le spese di mediazione (quelle in tabella) sono aumentate del 25%.

Si rimanda, comunque, alla pagina con le nostre tariffe per un dovuto approfondimento.

Quando devono essere pagate le spese della mediazione?

Al momento della presentazione dell’istanza di mediazione sono corrisposte 48,80 €, iva compresa, per liti di valore fino a 250.000 €; 97,60 €, iva compresa,  per liti di valore superiore.

Le indennità, nella loro misura complessiva devono, comunque, essere corrisposte per intero prima del rilascio del verbale di accordo.

Si rimanda, comunque, alla pagina con le nostre tariffe per un dovuto approfondimento.

In caso di domanda congiunta quali sono le spese da affrontare?

Le spese di avvio sono dovute sono dovuto per una sola quota. Le spese di mediazione sono sempre quelle indicate dal nostro tariffario e sono dovute da ciascuna parte che partecipa alla mediazione.

Quanto dura un procedimento di mediazione?

Il primo incontro viene fissato a non più di 30 giorni e la durata media complessiva dei procedimenti è di 60 giorni.Per legge la mediazione ha una durata massima di tre mesi che può essere derogata col consenso delle parti.